Logo Regione Autonoma della Sardegna
IL SISTEMA AGRICOLO DELLA SARDEGNA
sardegnaagricoltura  ›  pubblicazioni  ›  opuscoli e manuali  ›  ortaggi - salute e consumo consapevole

Ortaggi - salute e consumo consapevole

Ortaggi - salute e consumo consapevole
Una pubblicazione, a cura dell’agenzia Laore, realizzata con l'auspicio di contribuire ad aumentare le conoscenze circa le proprietà degli ortaggi di Sardegna ed a sviluppare una maggiore cura verso un'alimentazione sana ed equilibrata.

L'Istituto Nazionale di Ricerca per l'Alimentazione e la Nutrizione ha recentemente pubblicato un approfondito studio sulla tendenza degli acquisti alimentari in Italia. Il lavoro finanziato dal MIPAAF evidenzia dettagliatamente i consumi familiari per classi di età e categoria di prodotto facendo emergere un quadro assai preoccupante. Sono sempre più evidenti gli scostamenti dalla dieta mediterranea che si manifestano con: un incremento dell'uso di bevande alcoliche nei giovani; un'alimentazione iperproteica per un eccessivo consumo di carni rosse; un esagerato ricorso ai dolci come fonte alimentare di carboidrati da parte dei bambini e degli adolescenti. Il consumo di ortofrutta è ben al di sotto dei 400 grammi giornalieri consigliati in tutte le diete determinando un insufficiente apporto di sali minerali, vitamine e fibra. Sovrappeso, diabete e ipercolesterolemia sono in continuo aumento in tutta la popolazione ma soprattutto nelle fasce più giovani con un incremento dell'obesità infantile stimata intorno al 24%.

L'ortofrutta rappresenta anche una fonte insostituibile di antiossidanti naturali, tant'è che l'OMS riconosce ufficialmente ai prodotti ortofrutticoli una comprovata attività preventiva nell'ostacolare le malattie cardiovascolari e tumorali. Il calo dei consumi comporta ripercussioni importanti anche sull'economia isolana in considerazione del fatto che la produzione di ortaggi, in particolare quelli a foglia, incide in maniera importante sulla formazione della PLV agricola sarda con particolare riferimento all'area del Campidano di Cagliari e dell'Oristanese.

Diverse sono le cause che concorrono a determinare questo scenario poco incoraggiante: i cambiamenti nello stile di vita alimentare sono certamente favoriti da modelli consumistici e pubblicitari sempre più orientati al consumo di cibi ricchi di zuccheri e grassi; sono inoltre da ritenersi non adeguati ed insufficienti gli attuali programmi di educazione alimentare nelle scuole.

Un aspetto fondamentale è poi rappresentato da una corretta informazione e conoscenza da parte del consumatore dei fattori che contribuiscono alla qualità dei prodotti ortofrutticoli soprattutto in merito al rapporto alimentazione-salute.

È in quest'ottica che si inserisce il presente lavoro dal titolo "Ortaggi, salute e consumo consapevole". Con un approccio multidisciplinare viene evidenziata l'importanza degli ortaggi sotto l'aspetto nutrizionale, salutistico, gastronomico e della sicurezza alimentare. Il testo si compone di cinque capitoli ed ha visto la collaborazione di ricercatori universitari, agronomi, tecnologi alimentari, medici, enogastronomi che, a titolo gratuito, hanno fornito le loro esperienze e che sentitamente si ringraziano. Un'attenzione particolare è stata dedicata a diverse specie tradizionali, alcune delle quali registrano un serio rischio di estinzione, evidenziando anche il ruolo che i diversi ortaggi rivestono nella cultura enogastronomica e nella medicina popolare sarda.

L'auspicio è che questo testo possa contribuire ad aumentare le conoscenze circa le proprietà e le caratteristiche organolettiche degli ortaggi di Sardegna ed a sviluppare una maggiore cura verso un'alimentazione sana ed equilibrata, favorendo la creazione di una cultura sempre più attenta al consumo degli ortaggi.

Prefazione a cura di Dott. Antonio Usai
Direttore generale Agenzia Laore

Ortaggi - salute e consumo consapevole [file .pdf - 29,0 MB]