Logo Sardegna Agricoltura


Attività multifunzionali, cambia la norma di riferimento
Con l'approvazione delle leggi regionali n.11/2015 e n. 19/2016, la Regione Sardegna ha apportato modifiche sostanziali alla normativa di riferimento per il settore. Questa sezione del sito è in fase di aggiornamento per essere adeguata alle nuove disposizioni.

Con l'approvazione delle leggi regionali n.11/2015 e n. 19/2016, la Regione Sardegna ha apportato modifiche sostanziali alla normativa di riferimento per il settore. Questa sezione del sito è in fase di aggiornamento per essere adeguata alle nuove disposizioni.

La Legge Regionale del 11.05.2015 n.11, successivamente modificata dalla L.R. del 02.08.2016 n. 19, istituisce una nuova normativa di riferimento per tutte le attività multifunzionali agricole e ittiche di ospitalità e accoglienza che operano in Sardegna e abroga la normativa precedente.

La nuova legge stabilisce i requisiti soggettivi e oggettivi per l’esercizio di ciascuna attività, prescrivendo fra l'altro il rispetto delle procedure legate alle comunicazioni presso gli sportelli SUAP/SUAPE (avvio, variazione e cessazione) e istituisce, inoltre, un unico Albo regionale delle imprese multifunzionali agricole e ittiche , che viene suddiviso in cinque sezioni: agriturismo, ittiturismo, pescaturismo, fattoria didattica e fattoria sociale.

Le direttive approvate dalla G.R. con Delibera n. 47/2 del 30/08/2016 disciplinano inoltre modalità di attuazione, procedure amministrative, criteri per la classificazione di agriturismi e relative strutture, sistema dei controlli e ogni altro aspetto inerente lo svolgimento delle attività.


Riferimenti normativi
Portale principale della Regione Sardegna:
Legge Regionale 11 maggio 2015, n.11
Legge Regionale 2 agosto 2016, n. 19
Delibera di Giunta del 30 agosto 2016, n. 47/2

Testo L.R. N.11/2015 aggiornato con le modifiche di cui alla L.R. 19/2016 [file .pdf]


Ultimo aggiornamento: 18.04.07

© 2019 Regione Autonoma della Sardegna